E-mail

clicca la busta per mandare la mail

 

 

Mixer martial arts

Con il termine arti marziali miste (abbreviato spesso in MMA, acronimo del termine inglese Mixed martial arts, e a volte impropriamente chiamate free fight, no holds barred o vale tudo) si indica uno sport da combattimento a contatto pieno il cui regolamento consente l'utilizzo sia di tecniche di percussione (cioè calci, pugni, gomitate e ginocchiate), sia di tecniche di lotta (come proiezioni, leve e strangolamenti). Una competizione di MMA inizia con il combattimento in piedi che può proseguire a terra e gli atleti possono vincere ai punti, per KO o per sottomissione (cioè costringendo l'avversario alla resa tramite leva o strangolamento). Gli atleti di MMA, in genere, si allenano per il combattimento in piedi nella muay thai, nel pugilato e nella lotta libera, e per il combattimento a terra nel grappling, nel brazilian jiu jitsu No-Gi,judo,pancrazio ecc...mentre l'obiettivo principale del K-1 è, come nella boxe, di vincere per knockout o per vittoria ai punti. Gli atterramenti di solito sono causati da serie di colpi dati con calci o pugni o ginocchiate portati alle gambe, alla testa o al corpo. I pugni sono quelli della boxe come il diretto (jab), il gancio (hook), il montante (uppercut) ed il pugno-girato (spinning-back), tirato col dorso della mano. La difesa tradizionale della boxe è inefficace contro i calci alle gambe e quindi gli atleti sono quasi obbligati a muoversi e a contrattaccare continuamente.

  • Personalmente introduco molto le tecniche del Judo avendolo fatto da bambino per moltissimi anni quindi e un ottima disiplima da mettere insieme nello sport da combattimento da ring e molto efficace nelle varie combinazioni di spazzate e proiezzioni in piedi fino add 'arrivare alle leve articolari e strangolamenti fino ha penalizzare l'avversario.  

            judo

  • Il judo (la Via della Cedevolezza) è un’arte marziale, uno sport da combattimento ed un metodo di difesa personale giapponese formalmente nato in Giappone nel 1882. I praticanti di tale disciplina sono denominati judoisti o più comunemente judoka. Il jūdō è la via più efficace per utilizzare la forza fisica e mentale; è divenuto ufficialmente disciplina olimpica nel 1964 in occasione delle Olimpiadi di Tōkyō. La disciplina prevede tecniche di proiezione, di controllo e di colpo.

 

 

    Per informazione puoi  telefonare al Cell.349.5921168....

M°Vincenzo Arno'

IN COSTRUZIONE