Lo shiatsu è stato introdotto in Giappone circa 1500 anni fa da Tamai Tempaku, che combinando insieme le tecniche del massaggio tradizionale cinese (ANMA) e le moderne scoperte della fisiologia e dell’anatomia occidentale, scoprì le proprietà terapeutiche del massaggio.

0ggi lo Shiatsu è conosciuto in tre diverse forme: lo Shiatsu Namikoshi, lo Shiatsu ZEN e la terapia  Tsubo. Shiatsu Namikoshi : Namikoshi  è stato il primo degli studenti di Tempaku a formulare il sistema shiatsu. Grazie al suo lavoro dal 1956   lo Shiatsu è entrato a far parte della  Medicina Ufficiale Giapponese. Questo sistema si basa sul massaggio delle zone del corpo, utilizzando le tecniche tipiche dell’Anma (Massaggio Tradizionale  Cinese) per curare i disturbi, e fornisce indicazioni utili  sulla dieta alimentare e gli esercizi da eseguire da soli ,per ritrovare la guarigione. E’ un sistema che non prende in considerazione gli aspetti spirituali della terapia .Shiatsu  Zen  sistema elaborato da  Shizuto Masunaga, nato dopo lo Shiatsu Namikoshi, è la forma di Shiatsu  più diffusa . Questa disciplina si basa  sull’unione degli elementi fondamentali dell’Anma con i concetti base della  Medicine  Tradizionale Cinese ,cioè  yin e yang, Qi e Meridiani. Lo Shiatsu è sempre stato visto da Masunaga  attraverso un approccio Zen ed il suo fine era quello di promuovere nel Paziente uno stato di consapevolezza  che gli permettesse in seguito di mantenere  l’equilibrio psico-fisico raggiunto senza essere più dipendente dell’ aiuto del Terapeuta . Terapia Tsubo: sistema elaborato da Katsusuke Serizawa.

Questa disciplina si basa sulla stimolazione dei punti di pressione (Tsubo ) tramite il massaggio, gli  aghi, gli  apparecchi elettrici e la Moxa. Questa terapia non è particolarmente diffusa in Occidente. Ognuno di  questi sistemi presenta delle peculiarità che  spesso nella pratica vengono integrate in un sistema unico, secondo le scelte personali degli operatori.

MAPPA UTILIZZATA

NAMIKOSHI
Modello
Culturale di riferimento
Modello strutturale – Ortopedico scientifico occidentale
Modello
Operativo di riferimento
Codificazione di una mappa basata sulla definizione
Originale di una serie di punti anatomo-fisiologici
( scelti , sembra ,prevalentemente per la loro efficacia
Stante la collocazione su inserzioni,gangli linfatici ecc…)
Tecnica
Di Pressione
Pressioni a pollici sovrapposti
( poche pressioni a pollice unico)
Modalità
Di pressione
Pressioni ripetute più volte sullo stesso punto prima
Di passare ad altro punto

 

 

MAPPA UTILIZZATA

MASUNAGA
Modello
Culturale di riferimento
Modello energetico orientale con meditazioni
fisiologico-anatomico moderne
Modello
Operativo di riferimento
Codificazione di una mappa basata sulla riscrittura
Originale di percorsi energetici
Tecnica
Di Pressione
Pressioni con Nocche,Gomiti e Ginocchia con una
Mano che tiene” ( la mano” Madre “ ) in varie dell’ arto
Trattato.
Modalità
Di pressione
Pressioni portate una volta sola su ogni punto,
Ripetute lungo il percorso energetico.