Tokujiro  Namikoshi ,ideatore della shiatsuterapia  Namikoshi ,nacque il 3 novembre 1905 nell’isola di shokoku  provincia di Kagawa, ma all’età di sette anni dal caldo clima del mare interno di seto  migro insieme alla famiglia “( il Padre Eikichi,la madre Masa  ,il fratello primogenito Moichi,il fratello secondogenito Masazo, il fratello minore Haruo e la sorella maggiore Sadako) ’’ nel freddo clima dell’isola settentrionale  di Hokkaido . Tale trasferimento ,specie per il fatto che in quei giorni i trasporti venivano in modo primitivo, comportò un viaggio faticoso  e modificò profondamente il tenore di vita profondamente della famiglia .Già il giorno successivo a quello del loro arrivo la madre cominciò improvvisamente  ad accusare dolori alle ginocchia .Sulle prime tutti pensarono che si trattasse soltanto delle conseguenze del lungo viaggio ,cui non erano abituati ,e non presero la nella dovuta considerazione .Ma poi i dolori peggiorarono e si diffusero alle caviglie ,ai polsi, ai gomiti e alle spalle sviluppando il quadro del reumatismo articolare  generalizzato . Nel villaggio  in cui vivano non esisteva un medico ,né si trovavano medicine . I figli ,non sopportando di  veder soffrire la madre , presero  a massaggiarle a turno le parti dolenti . Probabilmente le fece anche bene il loro desiderio   di aiutarla ; fatto sta , che un po’ alla volta la madre prese a soffrire di meno .quando toccava Tokujiro massaggiarla ,spesso gli diceva :  . .Queste lodi  incoraggiavano  il ragazzo a lavorare con maggiore lena nel praticare il massaggio . Sebbene fosse completamente privo di cognizioni fisiologiche e anatomiche ,le sue mani e le sue dita sensibili  avvertivano  le differenze nelle condizioni della pelle  —  temperatura e stato di tensione   —  e  adeguava la pressione a queste variazioni . Mentre  all’inizio praticava per 80 % frizioni e per il 20% pressioni ,ben presto constatò che era meglio invertire le percentuali .concentrò il trattamento sulle zone sulle zone più rigide e più fredde e dopo non molto tempo la madre cominciò a migliorare .poiché aveva praticato pressioni lungo le docce vertebrali all’altezza delle regioni lombari  , senza saperlo aveva  stimolato la secrezione di cortisone da parte  delle capsule surrenali ,di una sostanza cioè che cura il reumatismo. Alla fine mise a punto una terapia completa ; e questo  processo di sperimentazione all’oscuro  gli rivelala capacità dell’organismo di curarsi da sé .Era riuscito a mettere in moto i poteri autoterapeutici: questa e l’ origine della shiatsuterapia Namikoshi .Nel 1925 ,superate varie difficoltà e dopo aver  studiato il massaggio  ammae quello occidentale ,Tokujiro Namikoshi  fondò a Hokkaido l’Istituto Shiatsu di Terapia .Poi alcuni suoi ex pazienti diventarono suoi allievi . 1933 ,affidato l’Istituto alle loro cure ,si recò a Tokyo dove fondò un altro  istituto per la shiatsuterapia , ma ben presto si rese conto che per  assicurare  allo shiatsu  un ampio riconoscimento aveva bisogno di aiuti in altre sedi .L’11 febbraio 1940 il suo impegno sfociava  nella creazione dell’Istituto Giapponese di Shiatsu . La terapia e le lezioni presso l’ Istituto  acquistarono vasta rinomanza per gli effetti positivi del trattamento positivi del trattamento Shiatsu .Nel 1955 lo Shiatsu ebbe un primo riconoscimento giuridico ,però inspiegabilmente ,solo come parte del massaggio amma  .dalla sua formazione  l’Istituto ha preparato molti specialisti ad alto livello ; e nel 1957 ,col nuovo nome di scuola Giapponese di Shiatsu .e stato e stato ufficialmente dal ministero per la sanità e il benessere  a praticare terapia e corsi .Era  ed è la prima ed unica scuola del paese che prepara specialisti  in questo campo .Infine nel 1964 lo shiatsu veniva  riconosciuto come a terapia a sé  stante ,indipendentemente dall’amma e da altre forme di massaggio .Oggi le Persone che anno frequentato un corso ( biennale ) presso la scuola Giapponese di Shiatsu possono accedere a un esame di stato ,superato il  quale acquistano  la qualifica di specialisti in amma ,massaggio e shiatsu .Compresi coloro che hanno seguito i corsi quando lì’istituto aveva la vecchia denominazione ,sono stati licenziati dalla scuola Namikoshi  oltre 2000 specialisti .La pubblicazione  in inglese del libro Shiatsu ha fatto conoscere questa terapia in molti paesi ,nei quali ha  acquistato una fama tale che oggi e’ necessario organizzare più corsi all’anno per stranieri.

Lo shiatsu  “secondo  Toru  Namikoshi‘’ Novembre 1980

Lo  shiatsu mira anzitutto a prevenire l’istaurarsi  delle malattie e ,stimolando i poteri terapeutici che l’uomo possiede ,a sviluppare organismi capaci di  opporsi all’insorgenza delle stesse .Anche in una epoca come l’attuale,in cui lo sbalorditivo progresso  tecnologico strappa ormai dal nostro universo gli ultimi veli della  mistica segretezza  ,molte aree del corpo umano sono poco note anche agli  specialisti più preparati.Come ha detto un celebre medico occidentale, tutti i testi di medicina appartengono ormai al passato .il libro di medicina di domani è il corpo sofferente del malato che ci sta dinanzi .A questa affermazione ,che dovrebbero tener sempre presente tutti i Terapisti ,vorrei aggiungere una considerazione : è necessario rispettare la unicità del singolo . Anche quando la malattia a  un nome e anche se oggi il bagaglio del  medico è ricchissimo di informazioni dettagliate ed esaurienti , l’ammalato e la sua malattia non possono essere costretti  in schemi prestabiliti  né far parte delle generalizzazioni che dominano la medicina moderna .La Shiatsuterapia tiene conto del singolo caso ,lo considera unico . Adeguando il trattamento alle variazioni delle condizioni individuali è possibile stimolare i mirabili poteri curativi che ogni organismo possiede e favorire lo stato di buona salute , psichica e fisica .